Tecnologia

Cosa si intende con intelligenza artificiale?

Cosa si intende con intelligenza artificiale

Il termine intelligenza artificiale è prepotentemente entrato nella vita comune delle persone grazie a funzionalità di alcuni prodotti elettronici commerciali (smartphone, smart TV, telecamere) che hanno iniziato ad affiancare il termine tecnologia AI ad alcune delle proprie caratteristiche.
Per intelligenza artificiale si intende la capacità, da parte di una macchina, di emulare la modalità di funzionamento del cervello umano per eseguire compiti come il riconoscimento di oggetti, la classificazione di forme o la definizione di decisioni; tutte attività che diamo per scontato ma che per una macchina, che è in grado di seguire solo programmi ben definiti (programmi a stati finiti), è un qualcosa che fino a poco tempo fa sembrava impossibile.

Quali sono i 2 tipi di intelligenza artificiale?

Il confronto tra mente artificiale e mente umana è alla base della classificazione del tipo di intelligenza artificiale. In particolare i due tipi di intelligenza virtuale universalmente definiti sono:

  • l’intelligenza artificiale AI debole, detta anche Artificial Narrow Intelligence, prevede la costruzione di algoritmi specializzati basati su obiettivi, ovvero la realizzazione di compiti ben definiti, come ad esempio classificare una specie di fiore in base ad alcune caratteristiche;
  • l’intelligenza artificiale AI forte o Artificial General Intelligence che si pone come obiettivo quello di poter effettuare le operazioni principali della mente umana che sono la generalizzazione e l’astrazione da un punto di vista intellettuale e la capacità di comprendere le emozioni, i bisogni e le credenze delle altre persone da un punto di vista empatico.

Mentre le applicazioni dell’AI debole sono comunemente utilizzate in numerosi campi, come vedremo nel paragrafo seguente, non si ha ancora un modello utilizzabile di AI forte. Quindi allo stato attuale una mente artificiale non è in grado di pensare e agire in maniera indistinguibile da un essere umano.

Chi usa l’intelligenza artificiale?

L’intelligenza artificiale oggi è applicata in moltissimi campi, i più utilizzati sono sicuramente:

  • riconoscimento di forme, volti o oggetti, spesso utilizzata in contesti di sicurezza per controllare automaticamente le immagini di telecamere (anche domestiche) al fine di capire, ad esempio, se una persona non autorizzata è entrata in casa o un oggetto è stato lasciato in un punto proibito;
  • Riconoscimento di scrittura, usato spesso anche dai moderni scanner o fotocamere degli smartphone per convertire un testo scritto a mano in un testo elaborabile da un computer;
  • Riconoscimento vocale su cui si basano gli strumenti di domotica più conosciuti a cui possiamo dare comandi vocali
  • Profilazione utente e motori di raccomandazioni, utilizzate dai maggiori siti di e-commerce per proporre prodotti da acquistare in base al comportamento tipico del profilo;
  • Riconoscimento di lessico per interagire con gli esseri umani in modo naturale, come avviene per tutti i Chatbot che danno assistenza scritta all’interno dei siti Web.

Quali tipi di intelligenza artificiale esistono?

Muovendosi sempre nel campo dell’intelligenza artificiale debole, si possono distinguere due grandi categorie di modelli utilizzati nell’intelligenza artificiale:

  • modelli con apprendimento supervisionato, in cui il motore di artificial intelligence viene addestrato attraverso la presentazione di esempi simili al compito che deve essere svolto con il relativo risultato (ad esempio la foto di una lettera scritta in corsivo e la stessa lettera in formato testuale), in modo che il modello possa imparare da esempi in maniera molto simile al cervello dell’uomo;
  • modelli con apprendimento non supervisionato, in cui sono altresì presentati esempi per l’apprendimento, ma non i relativi risultati, lasciando creare alla macchina una propria rappresentazione della realtà. Questo modello è quello che più si avvicina al vero funzionamento del cervello umano che generalizza una serie di informazioni che gli sono presentate astraendone i tratti salienti.

Infine deve essere citato anche un livello superiore di intelligenza artificiale, che è quella della Artificial Super Intelligence, in cui si prevede che la macchina supererà le capacità intellettive e comportamentali umane, ma al momento questo livello rimane ancora nella sfera dei film di fantascienza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *